Maggio 2024
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Il Go e la cultura nerd seconda parte e la strategia & tattica

Quindicesima puntata, 28 aprile 2014

Go e la cultura nerd parte 2/2

I nerd che amano la demenzialita’ (e che hanno una certa eta’) apprezzeranno certamente la comicita’ dei Monty Python. Un appassionato di entrambi ci propone una rivisitazione di Monty Python e il sacro Graal, dove Artu’ combatte contro il cavaliere nero a una partita di Go.

Arthur plays and says:
Arthur: Now, the game is mine!
Black Knight: What? That group is alive!
A: Alive? That eye is false!
BK: No, it isn’t.
A: Well, what’s that, then? (points at an obviously false eye)
BK: I’ve had worse
A: You liar!
BK: Come on, you pansy!
Sound of stones hitting the board as the play resumes… Arthur manages to capture a portion of the group and kill the “other” eye…
A: Victory is mine! Thanks for the gam…
BK: Hah! (playing another stone) Come on, then.
A: What? (captures the recently played black stone)
BK: Have at you! (continues playing)
A: Eh. You are indeed brave, Sir Knight, but the game is mine.
BK: Oh, had enough, eh?
A: Look, you stupid bastard. You’ve got no groups alive.
BK: Yes, I have.
A: Look!
BK: Just a seki. (plays another stone)
A: Look, stop that (captures)
BK: Chicken! (plays) Chickennnn!!!
A: Do I have to actually capture every stone? (plays, captures a big group)
BK: Right. I’ll do you for that!
A: You’ll what?
BK: Come here! (plays and reduces outside liberties of a white group with two eyes)
A: What are you going to do? Throw the stones at me?
BK: I’m invincible!
A: You’re a looney.
BK: The Black Knight always triumphs! Have at you! Come on, then.
Arthur plays and captures the only big black group left on the board.
BK: All right, we’ll call it jigo.
A: Thanks for the game. (stands up and walks away)
BK: Oh, I see. Running away! You yellow bastard! Come back here and take what’s coming to you! I’ll win with a ko fight!

Qui potete vedere il combattimento originale.

Il Go una volta ha anche salvato l’universo. Com’e’ possibile? Dobbiamo chiederlo al Dottore!

SPOILER!! Di seguito troverete un sunto di questa fantastica fan-fiction Doctor-no-Go.

Tutto ebbe inizio durante un torneo preliminare con il palio la possibilita’ di sfidare il detentore del Judan Title. A lottare per l’ambito premio c’erano la diciasettenne Yamada Yumi, Honda Tetsuo e Yamada Taro. La giovane goista si trovo’ a giocare ed a sconfiggere l’ottimo Tetsuo, finora imbattuto nel torneo; ma dopo la fine dell’incontro l’esperto giocatore si rivelo’ alla ragazza per quello che era veramente: uno Slitheen. In quel preciso istante anche Taro si tolse “la sua maschera” mostrando a tutti chi fosse, ovvero il Dottore.

Il dottore esibisce il suo certificato da professionista per partecipare al torneo

Il torneo prosegui’ e, tra una minaccia di morte e l’altra alla giovane Yumi da parte del tremendo alieno, la ragazza fu in grado di sconfiggere entrambi i suoi rivali. Il Dottore capi’ subito che era necessario portarla con se per proteggere il destino della terra e di tutto l’universo. Giunti sulla stazione spaziale, i due viaggiatori scoprirono una verita’ che li lascio’ attoniti: nessuno in tutta la galassia conosceva piu’ il Go. Il Dottore non si perse d’animo e capi’ che gli Slitheen stavano tentando di compiere un crimine gravissimo contro la terra e quindi entrambi viaggiarono fino al 1842 per rimettere a posto la situazione. Durante questo salto temporale Yumi spiego’ al Dottore come era riuscito a sconfiggerlo: il suo unico punto debole era stato quello di cercare di salvare tutte le sue pietre. La ragazza aprì un mondo nuovo al Dottore insegnandogli la tecnica del sacrificare alcune pietre al fine di poter raggiungere la vittoria. Appena giunti nella Tokyo del 19° secolo il Dottore narro’ a Yumi dell’esistenza dei Dalek, entita’ malvagie con istinti distruttivi, ma la mente della goista era distratta da altro. Quello infatti era il luogo e l’anno della morte di Honinbo Shusaku, la cui sopravvivenza sarebbe stata necessaria per la diffusione del Go in tutto l’universo. Il Dottore provo’ a salvare Shusaku, ma ormai per l’Honinbo non c’era più nulla da fare. I due viaggiatori ripresero il Tardis e il Dottore abbandono’ Yumi nel 1991 prima di tornare a combattere contro i suoi nemici.
La ragazza quindi si ritrovo’ nella sua città 2 anni prima della sua nascita, ormai impossibilitata a distinguere se quella fosse la sua realta’ o quella di un qualche universo parallelo. Yumi si trovo’ di fronte sua madre e suo padre (Yamada Taro), ma in breve tempo il male torno’ sulla Terra. Dopo appena pochi mesi i Dalek invasero nuovamente il nostro pianeta ed andarono subito alla ricerca di Yumi e della sua famiglia. La loro prima decisione fu quella di rapire Yumi e uccidere suo padre, il cui corpo, una volta esalato l’ultimo respiro, venne usato dal Dottore come ennesima reincarnazione. I due viaggiatori vennero quindi presi dai Dalek e portati sul loro pianeta di origine. Tutto ormai era pronto per la distruzione della Terra, ma Yumi ebbe una portentosa idea: sfidare i Dalek (esperti giocatori di Go) ad una partita con in palio la sopravvivenza della Terra. I Dalek, seppur riluttanti, accettarono la proposta, credendo di poter disporre facilmente della ragazza, ma la strategia di gioco di Yumi si rivelo’ vincente. I Dalek non riuscirono a capire ne’ come ne’ perche’ erano stati sconfitti, anche in questo caso a tradirli furono i loro istinti. Yumi spiego’ loro che il voler distruggere tutto e tutti nel gioco del Go non porta mai a buon risultati e questo fece ripensare ai Dalek riguardo le motivazioni che li avevano spinti a commettere in passato tutte quelle azioni riprovevoli che avevano contraddistinto il loro operato.

Un gioco di equilibrio non puo’ funzionare se il tuo obiettivo e’ quello di sterminare il tuo avversario!

Creando un paradosso al loro interno, Yumi riusci’ a sventare i loro piani di distruzione della Terra e, con l’aiuto del Dottore, tutto torno’ alla normalita’. Un ultimo viaggio nel Tardis riporto’ Yumi la’ dove tutto era iniziato e quella fu l’ultima volta in cui la ragazza vide il Dottore. Allons-Y!

Strategia e tattica

Con A si esce senza toccare le pietre avversarie, con B evitiamo l’hane in testa!

Visto che il Dottore ha occupato quasi tutto lo spazio con le sue manie di protagonismo, ci limitiamo a spiegare un solo principio. Anche se solo uno, questo principio e’ uno dei piùu’ importanti.

Il principio della faida familiare dice una cosa molto ovvia ma assai difficile da mettere in pratica: non permettere alle tue pietre di danneggiare altre tue pietre (grazie!!). Tuttavia accade molto spesso che si venga meno a questo principio durante la partita. Vediamo un piccolo esempio di faida:

Dopo lo scambio 1 per 2 e 3 per 4 la pietra bianca e’ inevitabilmente danneggiata.

E’ necessario trovare un modo per uscire senza danneggiare le proprie pietre ad esempio cosi’:

Questa volta usciamo senza “stimolare” le pietre avversarie.

Un’altra possibilita’ e’ quella di sacrificare una delle 2 pietre consciamente. In questo caso non e’ una faida familiare ma un sacrificio ben voluto.

La pietra bianca e’ stata catturata, ma abbiamo avuto l’angolo in cambio.

Mettiamo che 2 principi combattano tra di loro per ottenere un’eredita’. Nel primo caso uno dei 2 principi viene schiacciato ma l’altro e’ costretto a fuggire e non eredita nulla. Nel secondo caso si trova un compromesso e si divide l’eredita’. Nell’ultimo caso uno dei fratelli viene sacrificato per permettere all’altro di ottenere tutta l’eredita’.

Qualunque sia il vostro stile di gioco l’importante e’ evitare il primo caso 🙂

Vediamo come vi comportereste qui:

Nero deve evitare una faida familiare.

Il testo e gli schemi goistici di quest’opera sono distribuiti con Licenza CC BY-SA 4.0 DEED (sono state apportate alcune correzioni, inseriti alcuni link e alcune immagini sono state aggiunte o sostituite rispetto all’originale).

Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

9×9 19×19 AI alphago auguri BADUK Bologna Campionato italiano CI cina Classe A Classe B Classe C client Club clubs Congresso cultura DeepMind dgs didattica discord E.G.D. E.G.F. elezioni europa evento FF[4] figcs FIGG finale Foligno foto fox Fujisawa geolocalizzazione giappone giocatore giocatori giocatrici giochi GO goquest higashkita igs ingo Italia kgs korea la civetta sul como' LeeSedol Legnano Macerata mahjong Milano mind Mindy McAdams Mirco Fanti natale NGL ogs olympiad oma online pandanet parco parma pasqua Pisa podcast primavera professionisti Radio24 Ravenna Rina roma ROMICS server SGF Smart Go Format stage storia Tappa FIGG tengen Terni Torneo treviso trieste tygem Udine Valerio Sampieri venetogo Videogame wbaduk webbrowser website WEIQI WordPress world WWW

Blitzkrieg Dangerous Pairs Divulgazione Documenti Eighty One Esordienti Eventi Extra Club For play Fujisawa Shuko Go Server Il Gladiatore Intelligenza artificiale News Newsflash Sito Web Software Stage Static The Wild Bunch Tora Tora Tora Tornei Ultime notizie dal Club di Roma