Maggio 2024
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Il Go nella nona arte (manga/anime) e la strategia & tattica

Nona puntata, 17 marzo 2014

Il go nella nona arte

Il Go ha fatto numerose comparse nel mondo dei manga/anime.
Nel primo film di Ranma œ e’ possibile vedere, nei primi minuti, Genma Saotome (versione panda) giocare contro Soun Tendo.

Nel manga HunterXHunter durante il Chimera Ant Arc il cattivo di turno, dotato di una capacita’ di apprendimento sovrannaturale, decide di imparare i vari giochi di logica. Dopo aver battuto il campione locale di shogi (scacchi giapponesi), decide di sfidare anche il campione di Go. La pecca dell’autore e’ quella di paragonare quest’ultimo agli shogi, due giochi profondamente diversi; i dialoghi, quindi, fanno un po’ storcere il naso ai conoscitori di entrambe le discipline.
Tuttavia l’autore inserisce un terzo gioco, di fantasia, dove il nostro cattivone si trova in parecchia difficolta’ contro la cieca campionessa locale, al punto che queste inaspettate problematiche gli faranno cambiare il modo di vedere le cose.

Vi sono molti altri manga dove compare il Go, tra i piu’ famosi citiamo Vagabond, Tenjou Tenge, Kenichi, Detective Conan.

Esistono ben 2 manga, molto differenti tra di loro, dove il Go ricopre un ruolo principale.

Hoshizora no Karazu e’ uno shoujo, un manga principalmente dedicato alle ragazze, che parla di Waka, nipote di un professionista di Go. Nel primo capitolo il nonno gli insegna il gioco e gli dice:” “Una pietra di per se non e’ ne’ forte ne’ debole. Non si muove e non cambia. La sola domanda e’ dove va piazzata.””

Poi gli dice di piazzare una pietra ovunque ella voglia e lei la posiziona vicino a un’altra pietra. Quando il nonno le chiede come mai avesse scelto quel punto, lei gli dice:” “La pietra qui è tutta sola. In questo modo può stare insieme alle altre.”

”E seguendo questa metafora unira’ le persone intorno a lei. Un giorno, dopo aver visto Sagisaka Souji, giovane promessa del Go, dare il massimo in una partita di un importante torneo decide di diventare ella stessa una professionista.

Waka e Souji

Hikaru no Go e’ il manga piu’ famoso riguardante il mondo del Go. Complice nell’aver avvicinato un intera generazione al gioco, sia in Oriente che in Occidente, il manga parla di Hikaru, un bambino di 12 anni che risveglia lo spirito di un abilissimo giocatore di Go. Sai, lo spirito di questo giocatore, muore dalla voglia di tornare a giocare a Go ma non puo’ perche’ e’ gia’ morto. Sai decide quindi di pregare il ragazzo affinche’ giochi al suo posto. Dopo aver stretto un accordo, compiti di storia per qualche partita (mica scemo), Hikaru porta Sai a giocare in una sala da Go. Qui incontrera’ Akira, coetaneo di Hikaru, figlio di Kouyou Touya, considerato da molti il professionista giapponese piu’ forte. Hikaru dice ad Akira di essere un principiante, ma giocando Sai al posto suo Akira si trovera’ molto in difficolta’ e si troverà costretto a perdere. Shockato dalla sconfitta subita contro un principiante, Akira diventera’ ossessionato da Hikaru e fara’ di tutto per tornare a giocare con lui. D’altrocanto Hikaru si appassionera’ piano piano al gioco al punto di decidere di giocare con le proprie forze. Sconfitto da Akira durante un torneo studentesco, Hikaru cerchera’ in tutti i modi di raggiungerlo intraprendendo la strada del professionismo.

Strategia e tattica

Nero inizia a ridurre le liberta’ di bianco, ma dopo bianco 2 non puo’ ridurre ulteriormente le liberta’ di bianco senza essere catturato lo stesso vale per l’avversario.

Questa situazione di stallo è chiamata seki (letteralmente “vita reciproca”) e permette a 2 gruppi di vivere senza avere gli occhi. Questo esercizio serve a introdurti il prossimo argomento, i semeai.
Il termine vuol dire “corsa alla cattura” e coinvolge 2 gruppi, uno bianco e uno nero, totalmente circondati e con liberta’ condivise. C’è da distinguere 3 diversi casi:

Nel 1° caso entrambi i gruppi coinvolti non hanno occhi, come gia’ nell’esercizio sopra.
Non odiarmi, ma sono costretto a inserire un po’ di matematica per poter enunciare dei piccoli teoremi. Prendiamo le variabili libertà esterne (sia di nero che di bianco) e liberta’ condivise.

Nell’esempio ci sono 2 liberta’ esterne per nero, una per bianco e poi ci sono 4 liberta’ condivise.

Il teorema dice quanto segue: prendiamo il più grande tra ln e lb e sottraiamoci l’altro. Sottraiamo a lc questa differenza. Se otteniamo 0 o un numero negativo, allora il piu’ grande tra lb e ln catturera’ il gruppo indipendentemente da chi stia. Se il risultato è uguale a 1 allora sarà seki se il gioco e’ in mano al numero più basso dei 2, altrimenti verra’ catturato. Negli altri casi, ovvero quando si ottiene un risultato maggiore o uguale a 2, si avra’sempre seki.

Riassumendo con un esempio:

Nel 1° caso lb(3)-ln(0)=3. Lc(3)-3=0 quindi bianco cattura sempre nero.

Nel 2° caso ln(2)-lb(1)=1. Lc(2)-1= 1. Quindi se sta a nero cattura, se sta a bianco è seki.

Nel 3° caso lb(2)-ln(0)=2. Lc(4)-2=2 quindi sara’ sempre seki.

Se entrambi i gruppi hanno un occhio da uno spazio le cose cambiano leggermente.

Oh no! dobbiamo rifare tutti i calcoli? Per fortuna no. Bisogna semplicemente traslare tutto di 1. Quindi, quando lc meno differenza tra lb e lc da’ come risultato minore di 0, a vincere la “corsa” e’ sempre il più grande dei 2. Uguale a 0 dipende da chi sta. Maggiore di 0 e’ sempre seki.

Ln(2)-lb(1)=1. Lc(2)-1=1. Normalmente, in questo caso, dipende da chi sta. Ma essendoci l’occhio per entrambi questo e’ sempre seki.

Infine analizziamo il caso dove solo uno dei 2 ha un occhio. Forse vi sorprendera’, ma avere un occhio mentre l’altro non lo possiede stravolge le cose. Questo perche’ la liberta’ dell’occhio potra’ essere rimossa solo dopo aver rimosso le liberta’ condivise.

lb(4)-ln(1)=3, lc(3)-3=0. In questo caso se inizia bianco cattura altrimenti cattura nero.

Interessante, adesso il seki non e’ più possibile. Bisogna naturalmente dare come assunto che le liberta’ esterne del gruppo senza occhi siano maggiori, altrimenti viene banalmente catturato. Se lc meno la differenza e’ negativa il gruppo senza occhio cattura. Se e’ 0 dipende da chi inizia. Se e’ positivo catturera’ il gruppo con l’occhio.

Se ancora non mi odi, per la prossima volta dimmi quante liberta’ vale un occhio da 3 spazi 🙂

Il testo e gli schemi goistici di quest’opera sono distribuiti con Licenza CC BY-SA 4.0 DEED (sono state apportate alcune correzioni, inseriti alcuni link e alcune immagini sono state aggiunte o sostituite rispetto all’originale).

Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

9×9 19×19 AI alphago auguri BADUK Bologna Campionato italiano CI cina Classe A Classe B Classe C client Club clubs Congresso cultura DeepMind dgs didattica discord E.G.D. E.G.F. elezioni europa evento FF[4] figcs FIGG finale Foligno foto fox Fujisawa geolocalizzazione giappone giocatore giocatori giocatrici giochi GO goquest higashkita igs ingo Italia kgs korea la civetta sul como' LeeSedol Legnano Macerata mahjong Milano mind Mindy McAdams Mirco Fanti natale NGL ogs olympiad oma online pandanet parco parma pasqua Pisa podcast primavera professionisti Radio24 Ravenna Rina roma ROMICS server SGF Smart Go Format stage storia Tappa FIGG tengen Terni Torneo treviso trieste tygem Udine Valerio Sampieri venetogo Videogame wbaduk webbrowser website WEIQI WordPress world WWW

Blitzkrieg Dangerous Pairs Divulgazione Documenti Eighty One Esordienti Eventi Extra Club For play Fujisawa Shuko Go Server Il Gladiatore Intelligenza artificiale News Newsflash Sito Web Software Stage Static The Wild Bunch Tora Tora Tora Tornei Ultime notizie dal Club di Roma